Russamento: perché accade e come ritrovare il benessere durante il sonno

Dormire nella stessa stanza con una persona che russa è abbastanza fastidioso. Il rumore che si produce russando compromette la qualità del sonno di tutti coloro che ne sono coinvolti. Le cause possono essere varie e differenti.

Durante il sonno si respira principalmente con il naso e se l'aria inspirata non riesce a passare agevolmente attraverso le narici e la gola, possono verificarsi episodi di russamento. Il meccanismo è il seguente: il rumore che si genera quando una persona russa è causato dal passaggio dell'aria nell'orofaringe, la parte più profonda della gola, che tende a rilassarsi e restringersi impedendo il normale flusso d’ aria.

Tra le cause di questo disturbo ci può essere la congestione nasale. Il caso classico è quello del raffreddore, dove il muco presente ostacola il flusso dell'aria attraverso il naso e la gola, provocando stati di apnea e rendendo difficoltosa la respirazione.

Altre cause possono essere l'abitudine a respirare con la bocca durante il sonno, invece che con il naso. Mantenere la posizione supina non aiuta e la lingua, infatti, tende a spostarsi verso la gola, aumentando l'intensità del fenomeno. L'obesità è un altro fattore di rischio in quanto il grasso che si deposita intorno al collo può impedire il naturale passaggio dell'aria. È bene evitare bevande alcoliche e medicinali che aiutano a dormire: entrambi agiscono rilassando i muscoli, anche quelli della gola, che possono ostruire il passaggio dell'aria.

Inoltre, con l'avanzare dell'età, sia uomini che donne sono più soggetti a questo fenomeno perché con gli anni i tessuti muscolari tendono a rilassarsi.

Tuttavia, esistono diversi rimedi per chi russa, sempre in base alle cause che sono all'origine del problema. Evitare di fumare: oltre a risolvere un sacco di altri problemi, si può ridurre la tendenza a russare. Il fumo provoca infatti l'aumento di spessore dei tessuti della gola, che impediscono il normale passaggio dell'aria. Oppure possiamo sforzarci di dormire su un fianco anziché supini, un'abitudine che si può tranquillamente acquisire.

L'impiego di decongestionanti nasali, in caso di raffreddore o altre malattie che bloccano il ciclo respiratorio nasale, libera il naso chiuso aiutando a ripristinare lo stato di benessere della persona.

Per concludere, si consiglia a tutti coloro che russano l'utilizzo di più cuscini durante il sonno, mantenere la testa rialzata favorisce infatti il naturale processo di respirazione.

Footer prodotti