Le cause e i rimedi contro il naso chiuso

Il raffreddore è un’infezione non grave delle prime vie respiratorie, in particolare del naso e della gola, ed è causata solitamente dal Rhinovirus. Questo virus entra nelle cellule che rivestono la parte interna del naso e inizia a riprodursi. In risposta al raffreddore, il sistema immunitario attua una serie di contromisure attraverso l’infiammazione: i vasi sanguigni si dilatano e aumenta anche la secrezione di muco. La successione di queste due fasi causa il cosidetto “naso che gocciola”, nonché produzione di muco fluido e tosse.

Tuttavia, il raffreddore è la malattia più comune che infetta gli adulti in media 2-4 volte l’anno. Si può dire che ogni persona nel corso della propria vita ha avuto a che fare con un raffreddore e, soprattutto, con il fastidioso naso chiuso.

Questo disturbo influisce negativamente sull'umore, lo stato d'animo e il benessere in generale. Con il naso chiuso, arrossato e i continui starnuti, finiamo per non sentirci a nostro agio con gli altri e anche le azioni semplici come leggere, scrivere, stare di fronte al computer, o molto più semplicemente conversare, possono risultare difficili. Inoltre, è un disturbo molto frequente perché i virus del raffreddore sono in continuo cambiamento e il sistema immunitario si trova letteralmente bersagliato e deve ogni volta modulare gli anticorpi per resistere a tali attacchi. Il picco stagionale del raffreddore coincide solitamente nei mesi autunnali e invernali, ma si può presentare tutto l’anno e può durare a seconda dell’intensità.

Fortunatamente il raffreddore non è difficile da curare, possiamo ricorrere ai trattamenti medici, a quelli naturali, le buone pratiche e un po’ di prevenzione. Decongestionare le vie respiratorie è però il primo passo concreto verso la guarigione. Il muco si può eliminare in tre modi: starnutendo, soffiando il naso e usando spray che fluidificano e rendono più facile la sua eliminazione.

Footer prodotti